Direttore  Responsabile Ludovico RAIMONDI

Collaboratore Vincenzo RAIMONDI

www.giulianovailbelvedere.it, sede legale a Giulianova (Te), Viale dello Splendore 12/a
Redazione
Opinioni
WebCam
Meteo
I ricordi
Fotogallery
Link vari
Attualità
sanita' 2017
Consiglio Comunale: Passa tra le assenze eccellenti la mozione sull'Ospedale di 1° livello a Giulianova
 

(foto gruppo Movimento 5 stelle Giulianova - facebook)

 

GIULIANOVA, 14.2.2017 - Il Consiglio comunale straordinario, tenutosi nel pomeriggio di ieri al Kursaal sul futuro dell'Ospedale giuliese, è stato caratterizzato dalle assenze eccellenti, più o meno previste e più o meno giustificate, delle personalità più attese; dall'approvazione della mozione di un ospedale di primo livello sulla costa, con sede a Giulianova, e dal voto favorevole al documento da parte di Civicamente e Movimento 5 Stelle, che alla vigilia sembravano appostati su posizioni non allineate.

Negli interventi del sindaco Mastromauro e del leader di Cittadino Governante, Franco Arboretti, è stata sintetizzata la proposta già condivisa nella commissiona sanità: un ospedale di primo livello a Giulianova per la costa oltre a quello a Teramo per l'interno della provincia. Il Vicepresidente della Regione, Giovanni Lolli, il quale, intervenuto a rappresentare il governo abruzzese al posto del Presidente D'Alfonso, impegnato nella direzione del Pd nazionale, e dell'Assessore alla Sanità Paolucci, ha apprezzato l'intento propositivo del consiglio ed ha affermato «Nulla è stato ancora deliberato dalla Giunta Regionale in merito all'ospedale unico», di cui hanno parlato in verità anche i dirigenti della Asl teramana, e che «la proposta, argomentata e ragionevole, verrà portata all'attenzione di D'Alfonso».

All'assise civica hanno presenziato i sindaci del territorio interessato e il Direttore dell' ASR Abruzzo (Agenzia Sanitaria Regionale) Alfonso Mascitelli.

 

Sulla propria pagina facebook, il M5S di Giulianova non ha mancato di sottolineare le «pesanti assenze di D'Alfonso, Paolucci, e dei consiglieri Pepe, Mariani, Monticelli. Non c'era il direttore Asl Fagnano, fenomeno che fa il lavoro sporco per conto terzi, annunciando l'ospedale unico. Ancora una volta - hanno postato i pentastellati tramite l'esponente Paolo Angelini - coloro che dovrebbero essere gli interlocutori non si sono presentati. C'erano i sindaci dei comuni limitrofi, la sala era piena, ma questi signori non hanno avuto il coraggio di essere presenti. Era presente Lolli, vice-presidente della regione, che si è impegnato a riportare quanto deciso in consiglio... veramente poca roba», ha commentato il M5S, ricordando comunque che è stata «approvata una mozione che include il lavoro della commissione sanità, il documento del Cittadino Governante e alcuni emendamenti presentati da Ragni (Civicamente)» e rimbrottando che quando la capogruppo consigliare del movimento, Margherita Trifoni, «chiese di fare una sintesi dei due documenti, fu detto che questo era impossibile, mentre ieri è stata approvata una mozione che in pratica riprende quello che noi avevamo richiesto. Bah...».

La conclusione del M5S: «La strada è tutta in salita e finché ci sarà in carica la giunta D'Alfonso non sembrano esserci margini per il nostro ospedale».

Seduta caratterizzata dalle assenze eccellenti, più o meno previste e più o meno giustificate, delle personalità più attese; dall'approvazione della mozione di un ospedale di primo livello sulla costa, con sede a Giulianova, e dal voto favorevole al documento da parte di Civicamente e Movimento 5 Stelle, quest'ultimo fortemente critico nei confronti della Giunta D'Alfonso

 
 
 

  Testata giornalistica iscritta al n° 519 del 22/09/2004 del Registro della Stampa del tribunale di Teramo