Direttore  Responsabile Ludovico RAIMONDI

Collaboratore Vincenzo RAIMONDI

www.giulianovailbelvedere.it, sede legale a Giulianova (Te), Viale dello Splendore 12/a
Redazione
Opinioni
WebCam
Meteo
I ricordi
Fotogallery
Link vari
Attualità
sociale 2018

 

Il Comune di Sindia ringrazia il Colibrì, la popolazione di Giulianova e i donatori

 

GIULIANOVA, 12.6.2018 - «Ci tengo a ringraziare tutti i membri dell’associazione  Colibrì, il suo presidente Ambra Di Pietro e il signor Egidio Casati e tutti i generosi donatori che accompagnano questa realtà insieme alla popolazione di Giulianova per aver preso a cuore la popolazione di Sindia – scrive Thierno Diagne sindaco del Comune di Sindia in una lettera ufficiale indirizzata al Colibrì, ai suoi sostenitori e ai cittadini giuliesiieri avete partecipato incessantemente all’allestimento ed equipaggiamento delle scuole e del nostro presidio ospedaliero, oggi ancora di più avete fatto con la consegna di un’ambulanza, unità di rianimazione ed ecografo di ultima generazione. Detto questo, a mio nome, a nome del Consiglio Municipale e di tutta la popolazione di Sindia ci tengo ad esprimervi la nostra più profonda gratitudine».

 

«Siamo molto emozionati di aver ricevuto questa lettera dal sindaco, per noi ha davvero un grande valore – raccontano Ambra Di Pietro ed Egidio Casati del Colibrì ma tutto ciò non sarebbe potuto accadere se non ci fosse stata la solidarietà dei nostri preziosi donatori, dei cittadini giuliesi e delle scuole giuliesi che hanno sostenuto incessantemente la nostra associazione. Sono loro l’anima ed il cuore del Colibrì, quindi grazie lo diciamo a loro».

 
 

Correlato

Quarto container pronto a partire per il Senegal pieno di aiuti umanitari

 
 

GIULIANOVA, 17.4.2018 - Un carico davvero prezioso di grandi aiuti umanitari quello del quarto container che l’associazione “Colibrì Onlus” di Giulianova, insieme ai suoi instancabili volontari, ha preparato lunedì 16 aprile per inviare a Sindia, in Senegal.

 

«Quest’anno siamo riusciti a fare ancora di più grazie alla donazione della Asl di Avezzano – Sulmona-L’Aquila che ci ha donato una ambulanza ed un ecografo – racconta Ambra Di Pietro presidente del Colibrìun carico importantissimo perché grazie ad esso, per la prima volta nel villaggio di Sindia, le donne potranno monitorare in sicurezza le loro gravidanze. Con il nostro aiuti siamo riusciti a creare un ambiente più idoneo all’interno del presidio ospedaliero già esistente ed ogni anno lo arricchiamo con nuova attrezzatura. Voglio specificare che tutte le donazioni che abbiamo ricevuto dalla Asl sono pezzi ed attrezzature dismesse e non più idonee per la nostra sanità ma, per gli abitanti di questo villaggio africano, sono oro perché questi dispositivi, lì, salvano la vita. Ricordiamo che grazie ai partecipanti dell’ultima cena di beneficenza “Io faccio la mia Parte”, siamo riusciti a finanziare la spedizione di questo container. Inoltre siamo felici che quest’anno ci sia stata una grande partecipazione da parte della Città di Giulianova, delle nostre scuole e dei comitati di quartiere per la causa, questo ci ripaga di tutto il lavoro svolto in questi anni. Infatti, grazie al loro contribuito, con il container porteremo tanta attrezzatura per la scuola, materiale sanitario, giochi didattici in francese, abiti, scarpe, biciclette e tutto ciò che privati ed aziende ci hanno donato».

 

<Quest’anno per questione di spazio abbiamo dovuto prendere un hc, il massimo che si può ottenere in ambito di container – spiega Egidio Casati del Colibrì Onluse quest’anno abbiamo scelto un viaggio diverso per spedire questo container, un percorso da Salerno a Dakar da fare in dodici giorni con arrivo previsto nei primi giorni di maggio ed in quei giorni noi saremo in Senegal per lo sdoganamento e la consegna diretta agli abitanti di Sindia».

 
 

Addetto Stampa Circolo Culturale “Colibrì”

Azzurra Marcozzi

346/3182904

azzurramarcozzi@gmail.com

Lettera di ringraziamento per gli aiuti umanitari consegnati alla popolazione del villaggio africano

 

 
 
 

 

 

  Testata giornalistica iscritta al n° 519 del 22/09/2004 del Registro della Stampa del tribunale di Teramo