www.giulianovailbelvedere.it, sede legale a Giulianova (Te), Viale dello Splendore 12/a
@CONTATTI
 

 

Final Four Coppa Italia, Venerdì 29 e Sabato 30 aprile, PalaElettra di Pescara

 

programma e risultati

Venerdì 29 aprile
Semifinale 1: Deco Metalferro Amicacci Giulianova vs Studio 3A Millennium Padova - ore 16:00
 

Semifinale 2: UnipolSai Briantea84 Cantù vs Santo Stefano AVIS - ore 18.30

 

Sabato 30 aprile
 

Finale 3°-4° postoSanto Stefano AVIS Studio 3A Millennium Padova 74-52 (Ore 08.45)
 

Finale 1°-2° posto UnipolSai Briantea84 Cantù - Deco Metalferro Amicacci Giulianova 55-51 (Ore 12:00, diretta tv Rai Sport)

Sport
basket in carrozzina serie a

 

 
Final 4 Coppa Italia 2022
“Deco Metalferro Amicacci Abruzzo” beffata in finale da Cantù (51-55)
 

 

PESCARA, 30.4.2022 - Epilogo beffardo per la Deco Metalferro Amicacci Abruzzo nella Finale di Coppa Italia contro la Briantea84 Cantù, che sul parquet di Pescara trionfa con il punteggio di 55-51 al termine di un match equilibrato.

 

Alla squadra giuliese resta il rammarico di essersi trovata in vantaggio nel corso del quarto periodo e aver accarezzato il sogno di mettere in bacheca un titolo nazionale nel suo 40° anno di attività. Al terzo posto della kermesse pescarese si è piazzata la S. Stefano Sport, che ha superato Padova 74-52.

Gara intensa fin dall’inizio, con il peso della posta in palio che inevitabilmente influisce sulle percentuali al tiro. L’Amicacci si porta al comando con i canestri di Beginskis e Berdun ma nel finale di primo quarto i canturini hanno la meglio della difesa abruzzese con i propri lunghi, trovando il sorpasso guidati dal veterano Ian Sagar (14-11).

Il secondo quarto si apre con i canestri dei rispettivi grandi ex di giornata, De Maggi e Berdun. La squadra di coach Di Giusto grazie alla difesa riporta il match in parità andando a segno con Beginskis e Cavagnini, che si sblocca dalla lunetta. La Briantea però conclude il primo tempo con un parziale firmato dai canestri degli azzurri Carossino, Papi e Geninazzi (27-21).

Nel corso della ripresa l’Amicacci non demorde e resiste affidandosi alla vena realizzativa di Marco Stupenengo, chiudendo il terzo quarto in scia (35-37).

L’ultimo quarto è ricco di emozioni con gli abruzzesi che prima pareggiano e poi realizzano il sorpasso ancora con uno strepitoso Stupenengo protagonista in attacco e un grande Cavagnini che lotta su ogni pallone. Il +4 segnato da Adolfo Berdun a meno di 5 minuti dalla fine dà l’illusione della svolta ma l’attacco Amicacci si blocca e spreca occasioni importanti. Cantù invece è concreta e ribalta il match guidata dalle giocate di Francesco Santorelli, decisivo in fase realizzativa e a rimbalzo. Il canestro di Papi a meno di un minuto dal termine è quello che chiude i giochi e consegna il trofeo ai lombardi (51-55).

La delusione ha lasciato presto spazio alla consapevolezza di aver dimostrato di avere le carte in regola per lottare alla pari contro una squadra abituata a vincere come quella brianzola, a partire dalla Finale Scudetto che a maggio assegnerà il titolo di Campione d’Italia.

 

TABELLINO

 

Deco Metalferro Amicacci Abruzzo: Benvenuto 2 (6reb), Beginskis 13, Marchionni, Blasiotti, Minella, Cavagnini 3 (13reb), Berdun 15, Bundzins, Feltrin, Stupenengo 18 (8ass), Ion, Fares. Coach: Carlo Di Giusto.

UnipolSai Briantea84 Cantù: Sagar 7, Papi 12, Geninazzi 6, Santorelli 8, Saaid, Bassoli, Carossino 13 (10reb), De Maggi 9 (9reb), Carrigill, Buksa. Coach: Marco Tomba.

 

In semifinale Amicacci vittoriosa su Padova 60-49


PESCARA, 29.4.2022 -Successo della Deco Metalferro Amicacci Abruzzo nella prima semifinale delle Final 4 di Coppa Italia, che sul parquet del PalaElettra di Pescara ha avuto la meglio sulla Studio3A Millennium Padova al termine di una partita condotta senza particolari difficoltà, conquistando la Finalissima che domattina metterà in palio il titolo (ore 12). A contendere il Trofeo “Antonio Maglio” agli abruzzesi sarà la Briantea84 Cantù, in un anticipo di quello che vedremo in Finale Scudetto.

Inizio deciso dell’Amicacci che lancia la fuga nel primo quarto trascinata dalle giocate di Raimunds Beginskis e Matteo Cavagnini (20-8). Padova reagisce nel secondo quarto trovando in più occasioni il -8 con i canestri di Casagrande e Gamri. La squadra di coach Di Giusto si affida alla grande giornata al tiro di Beginskis per tenere a distanza gli avversari ma nel finale di primo tempo i veneti piazzano la tripla con il marocchino Moukhariq, andando all’intervallo sul -7 (32-25).

Al rientro dall’intervallo il match riprende sugli stessi binari, con la Deco Metalferro che trova ogni volta la pronta reazione dei veneti ai canestri di Beginskis e Benvenuto, i più in forma sul parquet tra gli abruzzesi. La squadra guidata da coach Castellucci si affida in attacco al francese Boughania, concludendo il terzo quarto ancora in partita (46-38). Prevalgono ancora le difese nel quarto conclusivo ma l’Amicacci parte determinata piazzando subito il parziale che spegne le velleita padovane, grazie alle giocate di Marco Stupenengo sia in fase realizzativa che come assistman. Il vantaggio sale in doppia cifra e permette un finale in gestione per gli abruzzesi, che possono celebrare davanti al pubblico pescarese una storica finale di Coppa Italia (60-49).

L’Amicacci però non si accontenta e dovrà trovare subito concentrazione ed energie in vista della sfida di domani contro Cantù, che ha superato la S. Stefano nell’altra semifinale per 66-51 grazie a un grande secondo tempo. Diretta dalle ore 12 su Rai Sport (canale 58 del digitale terrestre).

 

TABELLINO

 

Deco Metalferro Amicacci Abruzzo: Benvenuto 17 (13reb), Beginskis 18 (6ass), Marchionni 2, Blasiotti, Minella, Cavagnini 9 (12reb), Berdun 4 (7ass), Bundzins, Feltrin, Stupenengo 10 (6ass), Ion, Fares. Coach: Di Giusto.

Studio 3A Padova Millennium Basket: Bargo 4, Foffano 4, Rado, Faccioli, Casagrande 6, Scantamburlo, Raourahi 6, Scandolaro, Boughania 10, Gamri 10, Moukhariq 7. Coach: Castellucci.

Stefano D’Andreagiovanni – Area Comunicazione Amicacci Abruzzo
 
 
 

preview

La “Deco Metalferro Amicacci Abruzzo” all'assalto della Coppa Italia
 

GIULIANOVA, 27.4.2022 - Si terrà al PalaElettra di Pescara venerdì 29 e sabato 30 aprile l’evento che assegnerà la Coppa Italia 2022 “Trofeo Antonio Maglio”.

 

La Deco Metalferro Amicacci Abruzzo è la società organizzatrice, e come già accaduto nel 2017 la scelta della sede è ricaduta su Pescara. Si sfideranno le squadre classificate nelle prime due posizioni dei due gironi di Serie A, in un incrocio che riproporrà le semifinali di Play Off appena disputate: da una parte Amicacci Abruzzo contro Studio3A Millennium Padova, dall’altra UnipolSai Briantea84 Cantù contro S.Stefano Avis.

 

Come nel 2017 è stata molto partecipata la collaborazione con il mondo sportivo e sociale e con le istituzioni pescaresi, come ha voluto sottolineare il presidente dell’Amicacci Abruzzo Edoardo D’Angelo nella conferenza stampa di presentazione tenutasi presso la sala consigliare del Comune di Pescara: “Siamo orgogliosi di aver avuto l’opportunità di organizzare un evento così importante per il nostro movimento. Vorrei cogliere l’occasione per ringraziare il Sindaco di Pescara Carlo Masci, il vice sindaco Gianni Santilli, l’assessore allo sport Patrizia Martelli, l’assessore al sociale Nicoletta Di Nisio, il presidente del Pescara Basket Luca Di Censo e tutta la città che ci ospita per queste Final 4 di Coppa Italia. Speriamo di vedere un Pala Elettra gremito venerdì pomeriggio per la prima semifinale in programma”.

 

La squadra guidata in panchina da Carlo Di Giusto, che ha già ottenuto in questa stagione l’importante traguardo delle Finali scudetto, con gara 1 in programma il 14 maggio, avrà una prima grande opportunità di conquistare uno storico trofeo nazionale nel 40° anno di attività della società abruzzese. Le semifinali e la finale per il terzo posto saranno in diretta streaming sulla pagina ufficiale della Federazione Italiana Pallacanestro in Carrozzina mentre la finalissima sarà in diretta televisiva su Rai Sport.

 
Stefano D’Andreagiovanni – Area Comunicazione Amicacci Abruzzo
 

  Testata giornalistica iscritta al n° 519 del 22/09/2004 del Registro della Stampa del tribunale di Teramo